Ifil riorganizza le partecipazioni estere

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 07/09/2006 - 08:38
Novità in casa Ifil: Sequana Capital, holding francese controllata al 53% da Ifil, cederà attraverso un'Ops la sua partecipazione nella svizzera Sgs per concentrarsi nel settore della carta. Intanto in Borsa il titolo Fiat ha sfiorato ieri i massimi dell'anno con volumi elevati per poi ritracciare sul finale. L'offerta approvata ieri dal cda riguarderà un massimo di 54.646.980 azioni, pari al 54,3% del capitale di Sequana Capital contro la partecipazione minoritaria in Sgs (23,8%) che la holding considerava un "investimento ormai maturo" che non solo non offriva sinergie operative con le altre attività ma rendeva anche meno visibile la strategia e il valore del gruppo. L'operazione comporterà una riduzione di capitale. Se tutti gli azionisti porteranno i loro titoli all'ops, l'equilibrio all'interno del capitale dovrebbe rimanere invariato. L'Ifil ha già fatto sapere che intende apportare la totalità dei suoi titoli all'offerta per lo scambio. AgF (14,75% del capitale) ha indicato che apporterà i suoi titoli ma non ha precisato ancora se ha optato per lo scambio o per il cash. Il closing é previsto per metà dicembre. L'operazione è stata affidata alla BNP Paribas che si è impegnata a riprendere tutti i titoli SGS che non dovessero essere apportati.
COMMENTA LA NOTIZIA