Ifil: Gabetti, “non potevamo correre rischio di farci sfilare l’azienda”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il controllo di Fiat resta saldamente in mano a Ifil. Nel giorno dell’aumento di capitale per il convertendo, la holding della famiglia Agnelli ha annunciato un’operazione finanziaria che le permetterà di mantenere la propria quota sopra la soglia del 30%. “E’ una decisione che abbiamo maturato dopo aver visto i risultati conseguiti dalla Fiat in tempi recenti e dunque la possibilità di lasciarsi veramente alle spalle la crisi. Con essa la Fiat trova in noi anche in futuro l’azionista di sempre”, così parla Gianluigi Gabetti, amministratore delegato di Ifil, in un’intervista rilasciata a un quotidiano nazionale in merito all’operazione decisa ieri. “Se non ci fossimo mossi noi, come abbiamo fatto, avremmo corso il rischio di lasciare via libera ad altri che ci avrebbero sostituito”, ha aggiunto Gabetti.