1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

IeS Mediterraneo: Lettieri, già nei prossimi mesi chiuderemo operazioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Le aziende che non hanno un buon profitto, ma non crescono non ci interessano. Ci interessano invece quelle società che hanno già profitti e che devono crescere”. E’ questo l’identikit delle società papabili in cui investire, che traccia l’amministratore delegato di IeS Mediterraneo, Giovanni Lettieri, in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’offerta istituzionale del veicolo nato con l’obiettivo di investire in società medio/ piccole del Mezzogiorno, che sbarcherà sul segmento MTF del mercato telematico azionario fra quindici giorni. IeS Mediterraneo punterà su aziende il cui fatturato si muove in una forchetta tra i 20 e i 150 milioni di euro, supportate da una crescita del margine operativo lordo. Sembra ci sia solo l’imbarazzo della scelta: da un’indagine commissionata a Bain & Company è infatti emerso che nel Sud Italia ci sono 2.080 aziende potenziali con un fatturato tra i 20 e i 150 milioni euro. Volendo fare un’ulteriore scrematura di queste circa 1.000 hanno una crescita dell’Ebitda oltre la media. “Ci rivolgiamo a società che hanno un buon tournaroud con uno stato patrimoniale debole: aziende che hanno quindi bisogno di investimenti”, ha aggiunto Giovanni Natali, vice presidente di IeS Mediterraneo. Per quanto riguarda il timing Lettieri ha anticipato che nei prossimi mesi conta di chiudere già delle operazioni dal momento che tre/ quattro dossier sono a caldo.