HSBC, in dieci anni permesse operazioni illecite in Messico e in Arabia Saudita

Inviato da Floriana Liuni il Mar, 17/07/2012 - 13:49
Compariranno davanti al senato statunitense i vertici della banca HSBC, e dovranno rispondere dell'accusa di aver permesso, a causa di scarsi controlli, operazioni di riciclaggio di denaro e di finanziamento a gruppo criminali tra cui narcotrafficanti messicani e terroristi iraniani. Questo è quanto riporta un rapporto di 335 pagine del senato Usa che riporta i dettagli degli scarsi controlli effettuati dall'istituto di credito e delle norme antiriciclaggio violate, così come le sanzioni ai Paesi legati al terrorismo che sono state bypassate per mancata vigilanza. In Messico HSBC è proprietaria di Grupo Financero Bital, istituto bancario famoso per le sue connessioni con il riciclaggio di denaro proveniente dal narcotraffico al quale è stato assegnato il minore profilo di rischio possibile dal 2000 al 2009, mentre in Arabia Saudita, dal 2006 al 2010 le irregolarità hanno riguardato Al Rajhi Bank, istituto basato a Riyadh legato a gruppi terroristici attraverso i proprietari.
Il titolo a Londra cede lo 0,65%.
COMMENTA LA NOTIZIA