HP crolla a Wall Street, -20% dopo deludenti stime per trimestre in corso. Raffica di downgrade

Inviato da Alberto Bolis il Ven, 19/08/2011 - 16:15
Tracollo di Hewlett Packard a Wall Street dove in questo momento segna un tonfo di oltre 20 punti percentuali a 23,50 dollari, livello più basso degli ultimi 6 anni. Questa mattina il colosso statunitense dell'informatica ha annunciato di aver chiuso il terzo trimestre fiscale con un utile netto di 1,9 miliardi di dollari, in rialzo del 9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, e con ricavi per 31,2 miliardi (+1%). Conti in crescita, ma oscurati dalle deludenti indicazioni per il trimestre in corso. Hp si attende infatti ricavi compresi tra 32,1-32,5 miliardi e un eps tra 1,12-1,16 per azione. Decisamente più elevate le attese degli analisti: vendite per 34 miliardi e utili a 1,31 per azione. Confermando le indiscrezioni della vigilia, il gruppo Usa ha inoltre fatto sapere che sta valutando l'ipotesi di procedere allo scorporo della sua divisione di personal computer. E così è arrivata anche una raffica di downgrade da parte dei broker: Deutsche Bank ha tagliato la raccomandazione a sell da hold, Robert Baird a neutral da outperform, Ubs a neutral da buy.
COMMENTA LA NOTIZIA