Hopa spinge per un rinvio dell'uscita da Olimpia

Inviato da Redazione il Gio, 19/01/2006 - 08:54
Quotazione: TELECOM ITALIA
Nuovo faccia a faccia tra gli advisor di Hopa e Olimpia per discutere l'uscita della finanziaria bresciana dal gruppo di controllo di Telecom Italia. L'incontro tra i consulenti dello studio Poli e l'avvocato Michele Carpinelli dello Studio Chiomenti, con Bruno Ermolli e il legale Roberto Cera dello Studio Bonelli, Erede, Pappalardo, che seguono rispettivamente Hopa e Olimpia, non ha sciolto il rebus del divorzio. Il 9 febbraio scade il termine per disdettare il patto di sindacato che lega la finanziaria a Pirelli, Edizione Holding, Banca Intesa e Unicredit, e l'obiettivo sarebbe quello di trovare un accordo prima di questa data. Le posizioni sarebbero però ancora distanti e l'accordo non sembra facile da raggiungere, almeno in tempi brevi. Il fronte dei soci della finanziaria bresciana, che in questa fase è rappresentato soprattutto dalle banche azioniste e in particolare dal Montepaschi, sarebbe dell'idea di rinviare l'uscita. Hopa, sostengono, dopo l'abbandono di Emilio Gnutti sta cambiando pelle e mission. E quindi facendo leva sulla discontinuità le banche vorrebbero convincere gli altri soci di Olimpia a rivedere le loro posizioni rinviando la scissione della cassaforte che custodisce il 18% di Telecom. Il fronte però non è compatto.
COMMENTA LA NOTIZIA