1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Hines e Manfredi Catella consolidano la partnership in Italia e comprano il 18% in mano a Unipol Sai

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Manfredi Catella e Hines consolidano la partnership in Italia attraverso Hines Italia SGR – leader nella gestione patrimoniale di fondi di investimento immobiliari per conto di investitori istituzionali italiani e internazionali che a oggi gestisce 11 fondi per oltre 3 miliardi di euro – e preparano il piano di crescita.
 

Banca d’Italia ha autorizzato l’incremento oltre il 20% della partecipazione in Hines Italia SGR da parte di Manfredi Catella, che in data odierna è salito dal 10% al 22,87%. Hines e Catella hanno deciso inoltre di esercitare l’opzione di riacquisto della partecipazione del 18% detenuta da UnipolSai al fine di consolidare una posizione indipendente sul mercato italiano. 

 

La compagine azionaria di Hines Italia SGR ora è suddivisa così: Hines detiene il 63,13% del capitale, Manfredi Catella il 28,87% dal precedente 10% e Francesco Micheli il 8% dal 5% detenuto in precedenza.

 

Hines Italia SGR si è consolidata in questi anni in Italia come gestore domestico indipendente per conto di investitori istituzionali e tra le principali SGR italiane. Nel corso degli ultimi 36 mesi la struttura italiana ha raccolto circa 1 miliardo di equity tra cui il fondo sovrano Qatar Holding. Hines Italia SGR dispone in prospettiva di oltre 1,5 miliardi (provenienti da investitori italiani, nordamericani, europei, asiatici e mediorientali) da destinare al mercato italiano.

 

“La crescita della nostra partecipazione nell’azionariato della SGR – dichiara Manfredi Catella, amministratore delegato di Hines Italia SGR – è un importante passo nel percorso di consolidamento della partnership nel mercato italiano. Il settore immobiliare rappresenta un’industria strategica per lo sviluppo economico del Paese che proprio nel territorio ha una delle proprie risorse principali e che attraverso progetti responsabili e rigorosi, sia pubblici, come l’Expo, sia privati, come Porta Nuova, potrà riaffermare l’attrattività e la credibilità dell’Italia”.
Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Piazza Affari sale con Enel e Telecom

Si riscatta Piazza Affari nell’ultima seduta della settimana recuperando la debolezza della vigilia dovuta alle parole di Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, che ieri in un intervento a …

RAPPORTO OCSE

Ocse lancia allarme su debito

Alert Ocse sul debito. L’organizzazione parigina indica che nel 2018 il debito nei Paesi Ocse è stimato in crescita a quota 45.000 miliardi di dollari rispetto ai 43.600 miliardi del …