High tech: pieno di utili per Ibm, numeri in chiaroscuro per Apple

Inviato da Daniela La Cava il Mar, 19/10/2010 - 09:15

La stagione delle trimestrali statunitensi prosegue senza sosta Oltreoceano. E dopo i numeri migliori delle attese diffusi da Citigroup, ieri a mercato chiuso è stata la volta di due big del settore tecnologico del calibro di Apple e Ibm alzare il velo sui risultati trimestrali.

Trimestrale in crescita e sopra le aspettative per Ibm. Nel terzo trimestre il colosso dei computer americano ha visto i profitti salire del 12% a quota 3,6 miliardi di dollari, ovvero 2,82 dollari per azione, rispetto ai 3,2 miliardi, ovvero 2,40 dollari, registrati nello stesso periodo dell'anno passato (Stime Bloomberg a 2,75 dollari per azione). I ricavi sono saliti del 3% 24,3 miliardi, una cifra di poco superiore a 24,15 miliardi pronosticati dagli analisti.
Guardando all'intero esercizio 2010 Ibm stima un utile per azione (Eps) di almeno 11,40 dollari contro la precedente previsione di 11,25 dollari.

Risultati in chiaroscuro per Apple: da un lato numeri da record per profitti e fatturato grazie alle vendite inarrestabili dell'iPhone, dall'altro vendite deludenti per l'iPad. Nel dettaglio, nel quarto trimestre dell'esercizio fiscale  il giro d'affari del gruppo guidato da Steve Jobs è cresciuto del 67% a 30,24 miliardi di dollari, mentre l'utile netto si è attestato a 4,31 miliardi, pari a 4,64 dollari per azione, dati che si raffrontano ai 2,53 miliardi, o 2,77 dollari per azione, del corrispondente periodo 2009. Gli analisti si attendevano un utile per azione pari a 4,10 dollari su ricavi pari a 18,9 miliardi di dollari. Per il trimestre che si conclude a dicembre,  Apple stima un Eps pari a circa 4,80 dollari, mentre il mercato indica profitti per 5,03 dollari.
Nonostante i positivi numeri trimestrali il titolo ha ceduto nella sessione after hours di Wall Street oltre 5 punti percentuali. A fare da zavorra  i deludenti dati di vendita dell'iPad. Nel quarto trimestre sono stati venduti complessivamente 4,19 milioni di tablet targati Apple contro i 4,7 attesi. In forte crescita le vendite degli iPhone, che sono salite del 91% a 14,1 milioni nel trimestre in esame.

E oggi raffica di trimestrali in arrivo a Wall Street. Per le banche attesa per i conti di Bank of America e Goldman Sachs.  Sarà anche la volta di Harley-Davidson, Johnson & Johnson, Lockheed Martin, State Street Corp e Coca-Cola. E sempre in campo high tech oggi verranno presentati i numeri di Yahoo.

COMMENTA LA NOTIZIA