1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Hfe: ancora segnali di debolezza per il settore manifatturiero Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ancora un netto calo da parte dell’indice Philly Fed che ad aprile è calato a quota -24,9 punti dai -17,4 del mese precedente, una lettura ampiamente inferiore alle attese degli analisti ferme a -15 punti. Il dato diffuso nel pomeriggio odierno rappresenta il minimo dal lontano febbraio 2001, periodo immediatamente antecedente l’avvio dell’ultima recessione negli Stati Uniti. Ian Shepherdson, capo economista della High Frequency Economics, sottolinea in un commento come nonostante le positive indicazioni arrivate dall’indice Empire State non vi sia stato l’atteso rimbalzo da parte dell’indice Philly. L’esperto precisa inoltre come sia la lettura headline, sia gli indici sottostanti, siano calati in maniera significativa. In particolare la voce nuovi ordinativi è crollata a -18,8 da -9,3 punti, valore più basso da oltre sette anni. Shepherdson precisa comunque di voler attendere ulteriori indicazioni, in particolare quella dell’indice ISM, per poter esprimere un giudizio definitivo sullo stato di salute del comparto manifatturiero americano che, in ogni caso, mostra segnali poco rassicuranti.