Hera: utile netto I trim. post minorities -2,3% a 65,3 mln, ricavi crescono del 21,9%

QUOTAZIONI Hera
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Hera ha chiuso il primo trimestre dell’anno con un utile ante-imposte a 120,3 milioni, in calo del 2,3% rispetto al medesimo periodo del 2011, “a causa principalmente del maggiore onere della gestione finanziaria, dovuto in parte al leggero incremento dell’indebitamento a medio termine e in parte all’incremento degli spread”, si legge nella nota diramata dalla società. L’utile netto di periodo si è attestato a 69,8 milioni, in flessione del 6,3%, in ragione di un tax rate in aumento di 2,5 punti percentuali al 42%, generato dall’incremento della Robin Tax e dell’Irap applicabile alle società concessionarie. Detratte le pertinenze di terzi, l’utile netto post-minorities risulta di 65,3 milioni (-2,3%). In crescita del 21,9% i ricavi a 1.373,9 milioni di euro contro gli 1.126,9 milioni di un anno fa. Il margine operativo lordo è aumentato dello 0,2% a 224,7 milioni di euro mentre il risultato operativo è ammontato a 151,4 milioni, in linea con i 151,3 milioni dei primi tre mesi del 2011. Gli investimenti lordi del gruppo sono stati di 58,9 milioni e la posizione finanziaria netta è risultata pari a 2.006,4 milioni, sostanzialmente stabile (+1%) rispetto ai 1.987,1 milioni di fine 2011. “Avere eguagliato anche in questo trimestre gli ottimi risultati conseguiti nello stesso periodo dello scorso anno è da leggersi in chiave assolutamente positiva”, spiega Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente Hera. “Nonostante il quadro congiunturale certamente ancora più difficile, il Gruppo ancora una volta ha infatti dimostrato forza commerciale e capacità di produrre efficienza in tutti i servizi presidiati e ciò ci rende confidenti circa il rispetto degli obiettivi di crescita fissati dal piano industriale al 2015”.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Hera, acquistato il 40% di Aliplast per 35,4 milioni

Hera, attraverso la sua controllata Herambiente, ha perfezionato l’acquisto del primo 40% di Aliplast, azienda trevigiana specializzata nel riciclo della plastica per 35,4 milioni di euro. Un ulteriore 40% verrà acquistato entro marzo 2018 e il restante 20% entro giugno 2022. L’operazione, spiega Hera, si inserisce nel piano di ampliamento del perimetro societario avviato già […]

UTILITY

Hera: Ebitda 2016 sopra le stime, Kepler Cheuvreux conferma il “buy”

+0,81% sul listino milanese per il titolo Hera che si porta a 2,25 euro. Stando ai dati del preconsuntivo 2016, il Margine operativo lordo (Mol) a fine anno è risultato superiore ai 905 milioni di euro (rispetto agli 884 milioni al 31 dicembre 2015), superiore al consensus degli analisti. Il Cda ieri ha inoltre approvato […]

Hera, vinta gara per approvigionamento elettrico salvaguardia in 11 regioni

Hera si è aggiudicata la gara per l’approvigionamento elettrico in regime di salvaguardia in 11 regioni per il biennio 2017-2018. Si tratta in totale di circa 45mila punti di fornitura in salvaguardia, per circa 2 TWh di energia all’anno. Il fatturato annuo derivante dalla gestione di questo servizio è stimato pari a circa 500 milioni […]

BORSA ITALIANA

Hera: al via operazioni per riscadenziare il debito, lanciato bond decennale da 400 milioni

Il gruppo Hera ha lanciato stamane un bond da 400 milioni di euro con scadenza 14 ottobre 2026. Secondo quanto riportato da Reuters il rendimento dovrebbe attestarsi sui 60 punti base sul tasso midswap, mentre la prima indicazione societaria prevedeva un collocamento in area 60-65 punti base. Gli ordini hanno superato il miliardo. Il management […]

BORSA ITALIANA

Hera: emesso bond da 700 milioni per allungare scadenza debito (Bloomberg)

Secondo quanto riportato da Bloomberg questa mattina il management di Hera avrebbe approvato l’emissione di un bond per massimi 700 milioni. L’operazione sarebbe finalizzata al riacquisto dei bond in circolazione con scadenza 2019 e 2021, in modo da allungare la scadenza media del debito finanziario. Titolo in rialzo nei primi scambi di Piazza Affari dell’1,1% […]