Hera: utile netto I sem. stabile a 83,4 milioni, approvata fusione con Acegas

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 28/08/2012 - 14:43
Quotazione: HERA
Hera ha chiuso il primo semestre dell'anno con un utile netto consolidato sostanzialmente stabile (+0,2%) a 83,4 milioni di euro rispetto ad un anno fa dopo le imposte per circa 66,8 milioni, che ha portato l'aliquota fiscale di gruppo al 44,5% per effetto principalmente della Robin Tax, solo in parte compensata dai benefici delle misure introdotte dal Decreto Monti, sulla deducibilità dell'Irap pagata sul costo del lavoro. Detratte le spettanze di terzi, l'utile netto di pertinenza della capogruppo è cresciuto così a 76,9 milioni (+7,8%). In aumento del 15,9% i ricavi che sono ammontati a 2.298,9 milioni di euro dai primi sei mesi del 2011 mentre il margine operativo lordo è salito del 5,7% a 363,6 milioni di euro. Il risultato operativo si è attestato a 212,1 milioni di euro, mostrando un progresso del 6,4 per cento. Inoltre, il Cda di Hera in data odierna ha approvato il progetto di fusione con Acegas e convocato l'assemblea straordinaria dei soci per il 15 ottobre. "Ritengo - commenta Maurizio Chiarini, amministratore delegato di Hera - che i numeri presentati ci consentano di guardare con ottimismo alla possibilità di chiudere positivamente l'esercizio 2012".
COMMENTA LA NOTIZIA
torolloco scrive...
 

HERA

Hera

caponord scrive...
Vollo scrive...
Nero Tulip scrive...