1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Guadagni per le borse europee in attesa di Draghi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Borse europee chiudono positive alla vigilia dell’importante appuntamento con la Banca centrale europea. Stando alle stime, l’istituto guidato da Mario Draghi dovrebbe posticipare di sei mesi la fine del Quantitative Easing, attualmente fissata a marzo 2017.

A Londra il Ftse100 ha terminato a 6.902,23 punti, l’1,81% in più rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 10.986,69, +1,96%, e il Cac40 grazie a un +1,36% è salito a 4.694,72 punti. Incremento sotto il punto percentuale per l’Ibex, in aumento dello 0,75% a 8.960,40.

La Commissione europea ha comminato una multa per un totale di 485 milioni di euro a Credit Agricole (+0,93%), HSBC (+3,39%) e JPMorgan Chase (-0,66%) in relazione al loro coinvolgimento nel cartello che ha alterato il fixing dell’Euribor tra il settembre 2005 e il maggio del 2008. L’istituto francese dovrà sborsare 114,7 milioni, HSBC pagherà 33,6 milioni e JPMorgan Chase dovrà corrispondere 337,2 milioni.

Restando nel comparto bancario, +7,41% per il Credit Suisse che ha annunciato più di 1 miliardo di franchi svizzeri (991 milioni di dollari) in tagli aggiuntivi dei costi.