Gruppo Ventaglio precisa che l'impegno preso da Ubi e' in via prudenziale

Inviato da Redazione il Gio, 30/12/2004 - 17:05
Il tour operator, i Viaggi del Ventaglio, ha reso noto che il finanziamento a 18 mesi che verrà erogato da parte di Ubi e Intesa in vista del rimborso del prestito obbligazionario triennale da 100 milioni di euro emesso nel maggio 2002 da Ventaglio ha tutte le garanzie usuali per operazioni di questo tipo. In particolare, i vincoli finanziari relativi prevedono il rispetto di tre parametri misurati su base trimestrale. Il primo é il livello massimo di indebitamento finanziario, ancora da definirsi e comunque in linea con le usuali condizioni di mercato per operazioni similari; secondo, il rapporto tra indebitamento finanziario consolidato e Ebitda consolidato, ancora da definirsi e comunque in linea con le usuali condizioni di mercato per operazioni similari, e in ultimo il livello minimo di patrimonio netto di I Viaggi del Ventaglio, definito in 15 milioni di euro. I primi due vincoli, quando definiti, saranno tempestivamente comunicati al mercato. Si legge nel comunicato. "Precisiamo che il piano industriale approvato dal cda e già reso noto al mercato con comunicato del 17 novembre 2004 non prevede allo stato un ulteriore aumento di capitale", specifica la nota, aggiungendo: l'impegno di Ubi a garantire, non prima del primo gennaio 2006 ed entro il 31 dicembre 2007, la sottoscrizione di un eventuale ulteriore aumento di capitale per un importo massimo di 10 milioni di euro è stato assunto in via prudenziale per l'ipotesi in cui non si realizzino appieno le previsioni del piano industriale.
COMMENTA LA NOTIZIA