1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Gros-Pietro: “Pronti a un accordo Governo-Autostrade”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per l’autorizzazione ministeriale alla fusione Autostrade-Abertis ci vogliono “tempi compatibili con quelli dei mercati finanziari perché non possiamo tenere gli investitori sulla corda per mesi per capire se la fusione si fa o non si fa”. E’ quanto chiede il presidente di Autostrade, Gian Maria Gros-Pietro, al ministro delle Infrastrutture, Antono Di Pietro, proponendo di arrivare “entro fine luglio a un accordo sostanziale per un atto aggiuntivo che dia risposta alle questioni sollevate dal ministro sulla fusione”. Nell’atto aggiuntivo confluirebbero anche alcune regole che Di Pietro vuole imporre al settore con la riforma della concessione. Alla domanda se Autostrade stia mettendo o meno fretta al governo per arrivare ad un accordo Gros Pietro risponde nell’intervista rilasciata al Sole 24 Ore: “Nessuno intende dare scadenze. Quando lui parla di rivisitazione delle concessioni, introduce temi da affrontare ad un tavolo complesso, con consumatori, sindacati e concessionari. Tempi lunghi. Allora crediamo che si possano separare i due momenti. In tempi brevi un atto aggiuntivo che affronti i problemi sollevati dal fatto che cambia il soggetto titolare delle azioni di Autostrade per l’Italia. Si può fare rapidamente e costituirebbe un’anticipazione di una nuova regolazione che il ministro vuole dare al settore. In un secondo tempo ci si potrebbe allineare a quel che verrà deciso per il settore”.