Grimaldi vicino all'accordo, Grandi navi fa rotta verso Permira

Inviato da Redazione il Mar, 22/06/2004 - 17:28
Gli uomini del fondo di private equity Permira si metteranno al timone di Grandi navi veloci, dal cui ponte di comando scende l'armatore genovese Aldo Grimaldi, che si appresta a vendere la società al gruppo inglese. Secondo quanto risulta a Spystocks.com la fase di valutazione dei conti e delle prospettive di Grandi navi si sarebbe conclusa con una sostanziale conferma dell'operazione (vedi rumor datato 7 giugno), che la porterebbe sotto l'ala del fondo già proprietario del gruppo Ferretti.
Oggetto della compravendita un pacchetto di 46 milioni circa di azioni, pari a poco meno del 71% del capitale sociale, che sarebbero negoziate sulla base di un prezzo indicativo pari a 2,9 euro per quota. Un valore suscettibile di qualche aggiustamento quando saranno concluse le ultime due diligence. Per la società veicolo (Newco) che materialmente acquisterà le azioni questo significherebbe un esborso almeno pari a 134 milioni di euro, al quale si aggiungerebbero i costi legati all'opa obbligatoria finalizzata al delisting, qualora vengano superate il 90% delle quote in mano agli acquirenti.
Aldo Grimaldi e la figlia Alessandra, che si occupa del marketing della società, non abbandoneranno però la nave: gli accordi stipulati tra le due controparti prevedono infatti che i due membri della famiglia genovese partecipino con una quota del 20% alla Newco che acquisirà il pacchetto di titoli, per un investimento all'incirca pari a 26 milioni di euro. Per il capostipite della famiglia genovese pronto anche il posto di presidente della Newco, che nella architettura studiata per l'operazione dovrebbe avere un cda snello (sembra 5 elementi) e una governance fluida per garantire agilità nei processi decisionali. Grimaldi dovrebbe continuare ad occupare la carica di presidente anche in Grandi navi.
COMMENTA LA NOTIZIA