Grilli: legge di Stabilità, benefici per il 99% dei contribuenti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le misure Irpef avranno effetti positivi per il 99% dei contribuenti. Lo ha detto il ministro dell’Economia Vittorio Grilli nel corso dell’audizione alla Camera sulla legge di Stabilità, sottolineando l’esistenza di diverse fasce reddituali e precisando che comunque saranno maggiormente favorite quelle più basse. Più precisamente, tali misure riguarderanno 30,8 milioni di contribuenti con un beneficio medio procapite di 160 euro. Il responsabile del dicastero di via XX settembre ha inoltre dichiarato che l’adozione di tali provvedimenti rientra nella più ampia logica di prudenza fiscale, uno dei punti cardine portati avanti da sempre dall’esecutivo guidato da Monti.

Parlando ancora di cifre, Grilli ha parlato di un impatto della legge di Stabilità, nell’ordine dello 0,1% sul Pil. Le misure, ha spiegato il ministro, avranno effetti positivi per aumentare la crescita, anche se non marcati. Certo, ha poi precisato, è difficile avere delle certezze sulle conseguenze dei provvedimenti, anche se il ministero ha stimato che la legge porterà effetti positivi sia nel medio che nel lungo termine.

Non è mancato un accenno alla Tobin Tax, definita dallo stesso Grilli una “tassa delicata”. Se infatti, ha spiegato, è mal concepita potrebbe portare ad una evaporazione della base imponibile. E una possibile fuga dei capitali? Si parla di capitali mobili, ha sottolineato il ministro, e quindi se la tassa è minima la base imponibile rimarrà all’interno del Paese.