Greggio, per l'Opec i continui rialzi sono solo speculazione

Inviato da Redazione il Mer, 17/10/2007 - 08:52
La corsa del greggio prosegue senza cenni di rallentamento ma i Paesi dell'Opec fanno spallucce. Per la prima volta nella storia il barile di petrolio ha superato la soglia degli 88 dollari toccando a New York la quota 88,20 con il Wti texano. A Londra il brent ha aggiornata il record a 84,49 dollari al barile. A scatenare i rialzi, oltre agli squilibri tra domanda e offerta e le continue tensioni nel Medio Oriente, è la possibile crisi al confine fra la Turchia e l'Iraq. Un andamento che però non smuove di un millimetro i Paesi esportatori, che si dicono sì preoccupati, ma non intendono fare nulla né aumentare la produzione. Secondo loro, il rapporto tra domanda e offerta è corretto così e si tratta solo di paure irrazionali e di forte speculazione.
COMMENTA LA NOTIZIA