Grecia: Roubini, necessario il default ed il ritorno alla dracma

Inviato da Luca Fiore il Lun, 19/09/2011 - 15:31
"Atene è intrappolata in un circolo vizioso alimentato da insolvenza, bassa competitività e depressione economica". È quanto ha dichiarato l'economista Nouriel Roubini, professore alla New York University, in un editoriale pubblicato sul Financial Times. "Di questo passo il debito pubblico salirà al 200% del Pil: l'unica soluzione è una procedura di default e l'uscita volontaria dalla Zona Euro".

Le altre possibili opzioni, come un indebolimento dell'euro, un rapido calo del costo del lavoro e un'ondata deflattiva su prezzi e salari, appaiono improbabili o impraticabili. Anche se il processo sarà inizialmente "drammatico", il ritorno della dracma e il successivo deprezzamento della valuta restituiranno "competitività all'economia e permetteranno alla crescita di ripartire, così come già successo all'Argentina ed alle altre economie emergenti che hanno abbandonato l'ancoraggio ad una determinata valuta", ha detto Mr Doom.
COMMENTA LA NOTIZIA