Grecia: riforme in ritardo, stagnano gli accordi con gli investitori privati (Der Spiegel Online)

Inviato da Floriana Liuni il Lun, 09/01/2012 - 11:49
Le riforme in Grecia sono indietro in più di un settore e il rischio default si avvicina. Parole dell'inviato del Fondo Monetario Internazionale Poul Thomsend, riportate sull'edizione on line del settimanale tedesco Der Spiegel, secondo il quale i dati greci non sono ancora forieri di ripresa, e, oltre alle riforme in ritardo, stagnano anche le trattative con gli investitori privati per il cosiddetto haircut volontario sul debito ellenico. La recessione nel 2011, che doveva attestarsi al -3% stando alle previsioni, in realtà è stata del -6%, con un tasso di disoccupazione di oltre il 16%, rendendo ancora più improbabili le speranze di un rafforzamento nell'anno in corso. Secondo quanto riportato dal settimanale tedesco, la troika penserebbe che la soluzione possano essere ulteriori misure di austerità o, in alternativa, un haircut maggiore da parte degli investitori privati, anche se lo stesso FMI, in un documento dello scorso 16 dicembre, faceva notare come tale misura da sola non sia sufficiente. In ogni caso, spiega Der Spiegel citando Charles Dallara, managing director dell'associazione delle compagnie finanziarie coinvolte nell'accordo con la Grecia, è improbabile che le società private vorranno accollarsi perdite maggiori a quelle già concordate.
COMMENTA LA NOTIZIA