1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Grecia e Portogallo vicini a lasciare l’euro, Usa a rischio austerity (Schroders)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ probabile che la Grecia debba abbandonare la moneta unica quest’anno. E’ il parere di Robert Farago, asset manager di Schroders, che sostiene una view assai pessimistica sul Vecchio Continente. L’esperto sottolinea come un simile evento innescherebbe il contagio nell’Eurozona e soprattutto nel Portogallo, che potrebbe essere il prossimo, e come i Paesi periferici non risuciranno a centrare gli obbiettivi fiscali che si sono proposti. L’outlook sulla crescita non è positivo, nonostante l’iniezione di liquidità da parte della Bce, poichè la tendenza delle banche a concedere prestiti si sta riducendo, dopo aver raggiunto un picco nell’ottobre 2011. Non più benevola è la visione sugli Stati Uniti, che secondo Farago al momento puntano alla crescita ma potrebbero restare invischiati nell’austerity dato il taglio di costi pianificato dal governo. “I bassi rendimenti dei bond lasciano spazio per uno stimolo alla spesa”, nota Farago, “ma essendo un anno elettorale, ogni cambiamento nel mix di tasse e spesa fino a novembre dovrà richiedere l’accordo di entrambe le parti politiche. Ciò crea l’eventualità di errori politici”. Secondo l’esperto un Qe è l’inevitabile risposta politica al declino nella crescita economica, ma ciò non sembra prossimo ad accadere perchè l’occupazione sembra in aumento, le aspettative sull’inflazione sono migliorate e i mercati sono sui massimi.