Grecia: collocati 1,625 miliardi di titoli a 3 mesi, tasso (2,45%) ai minimi da gennaio 2010

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 15/04/2014 - 13:25
Continua il buon momento della Grecia sui mercati finanziari. Atene ha collocato questa mattina 1,625 miliardi di euro in titoli di Stato a 3 mesi. L'ammontare raccolto comprende 375 milioni di euro collocati tramite procedura non competitiva.

A confermare l'appeal dei titoli ellenici in questa fase di mercato il rendimento richiesto dagli investitori: per rifinanziare Atene il tasso di rendimento ottenuto è stato del 2,45%, in netto calo dal 3,10% dell'asta precedente.

Il tasso fissato oggi si attesta ai minimi dal gennaio 2010, indicazione che conferma il generale calo dei rendimenti dei titoli a 3 mesi della Grecia intrapreso dai massimi del dicembre 2011. Allora il saggio richiesto dal mercato era del 4,68%. In occasione della prima asta del 2014, Atene aveva riconosciuto agli investitori un saggio del 3,75%.

Come reso noto dall'agenzia del debito Pdma, molto buono è stato anche il tasso di copertura. Il Bid to Cover ratio dell'emissione è salito a 2,73 dai precedenti 2,38. Era da metà febbraio del 2012 che il ratio non superava la soglia di 2,70, ulteriore conferma del ritrovato interesse da parte degli investitori internazionali verso i titoli di Stato ellenici.

Dopo un'assenza di quattro anni, causata dalla crisi del debito sovrano che nel 2010 attanagliò dapprima proprio la Grecia e successivamente l'intera Eurozona, la scorsa settimana Atene è tornata sul mercato dei capitali a medio lungo termine con il collocamento di 3 miliardi di euro di titoli a 5 anni al 4,75%.

Anche in quella occasione la domanda degli investitori è stata sorprendente, spingendo la Grecia ad alzare di 500 milioni di euro la quantità di Sirtaki venduti. Le richieste giunte ad Atene si erano attestate al record di 20 miliardi di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA