1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Grecia: per Caironi (R&CA) l’Ue deve preparare piano per uscita ordinata dall’euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

R&CA evidenzia nel suo report settimanale che la scorsa ottava è stata segnata da forti ribassi su tutte le maggiori Borse ed in particolare sul settore finanziario. La domanda ripetuta da più parti è cosa succederà all’euro se la Grecia alle prossime elezioni deciderà di uscire dalla valuta comune. Secondo Corrado Caironi, investment strategist di R&CA, Ricercaefinanza.it, la mancanza di regolamentazione dall’uscita di un paese dall’Euro spaventa i mercati per le imprevedibili conseguenze e il contagio a Paesi ben più importanti in termini di Pil quali Italia e Spagna, già sotto pressione.
A distanza di quasi tre anni dalla scoperta di bilanci pubblici non corrispondenti alla realtà, evidenzia R&CA, il caso Grecia dimostra la incapacità della politica europea, nonostante il coinvolgimento della Bce, di gestire uno dei temi centrali dell’unione monetaria ovvero quello della stabilità finanziaria e della messa in sicurezza dei debiti pubblici locali. I tempi sono ormai strettissimi; i politici greci chiamati ad una coalizione di governo dal presidente Papoulias non hanno accettato l’incarico evitando anche un governo tecnico; la scelta obbligata è affidata a nuove elezioni che potrebbero rappresentare di fatto un referendum pro o contro Euro.
Secondo Caironi l’Unione Europea deve lavorare immediatamente ad un “Contingency Plan” che permetta una uscita “ordinata” della Grecia, qualora le elezioni esprimessero questa soluzione. Questa scelta, continua Caironi, vedrà la Grecia affrontare momenti difficili; in cassa non ci sono risorse per pagare stipendi e pensioni per il prossimo mese, le banche stanno subendo forti trasferimenti di liquidità all’estero, il contante è razionato mentre gli analisti valutari dicono che la nuova dracma verrà svalutata immediatamente di oltre il 50%. I tempi di ricostruzione e normalizzazione del sistema economico e finanziario greco saranno lunghi; l’esempio recente a cui si fa riferimento è quello argentino dopo il default.