1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Grecia ancora sotto la lente dell’Ue; a Bruxelles arriva il commissario per verificare i conti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Grecia avrebbe detto sì, ma ancora non c’è una presa d’atto ufficiale, una sorta di limitazione della sovranità nazionale in ambito statistico e dovrebbe accogliere nel board del suo istituto nazionale di statistica un rappresentante permanente della Commissione europea. E’ quanto trapela da fonti dell’Ecofin. Sul tavolo dell’Ecofin ieri, infatti, c’era in primo piano il problema dei dati statistici falsificati che la Grecia ha inviato per il periodo 2005-2008 e che l’Eurostat, l’ufficio statistico della Ue, non aveva avallato. La Commissione Ue la settimana scorsa aveva infatti reso pubblico un rapporto in cui si sottolineava come principale causa dell’inaffidabilità statistica greche l’attuale sistema, che non garantisce l’indipendenza, l’integrità e la responsabilità delle autorità statistiche nazionali.

Commenti dei Lettori
News Correlate
I DATI MACRO PIU' IMPORTANTI DI OGGI

Market mover: l’agenda macro della giornata

Inizio di settimana povero di indicazioni. L’agenda macro di oggi prevede la sola pubblicaizone dei prezzi alla produzione in Italia. Nel dettaglio: 10:00 medio ITA Prezzi alla produzione 15:00 basso …

MACRO

Stati Uniti: fiducia consumatori in calo a maggio

A maggio l’indice che misura il sentiment dei consumatori statunitensi elaborato dall’Università del Michigan, in versione definitiva, si è attestato a 98 punti. Il dato precedente e la stima preliminare …

BORSA USA

Avvio debole per Wall Street

Wall Street inizia l’ultima seduta della settimana in calo dopo le dichiarazioni di Donald Trump che hanno riacceso le tensioni geopolitiche. La giornata è iniziata con l’indice Dow Jones che …

MACRO USA

Stati Uniti: -1,7% m/m per ordini beni durevoli ad aprile

Gli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti hanno mostrato ad aprile un ribasso dell’1,7% dal precedente +2,7% (dato rivisto da +2,6%). Gli nalisti indicavano una flessione dell’1,7 per cento. …