1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Grecia: addio al club del deficit (Fondionline.it) -3

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il piano di rilancio ha permesso all’economia greca di crescere a ritmi superiori al 3% durante l’ultimo lustro. Nel 2005, la crescita del Pil ha toccato il 3,7%, mentre nel 2006 è stata del 4,3%. Nell’ultimo trimestre, gli indici hanno mantenuto un trend positivo in virtù della forte domanda domestica. Le esportazioni sono cresciute del 12,7% nel primo bimestre dell’anno. Lla produzione industriale ha sperimentato un tasso di crescita fino al 3,2% nel periodo gennaio- marzo.
La disoccupazione ha subito una sensibile contrazione nell’ultimo lustro. Il tasso di disoccupazione è sceso dal 10,5% del 2004 fino all8,9% del 2006 (la prima volta dal 1998 che questo indicatore scende sotto la soglia del 9%). Tuttavia, nonostante la riduzione del deficit, il grande problema dell’economia greca continua ad essere il debito pubblico, tra i più elevati d’Europa (il 104% del Pil per un ammontare complessivo di 260.000 milioni di euro).
I suggerimenti dell’Unione Europea e dell’OECD continuano ad essere gli stessi di sempre: portare avanti il piano di razionalizzazione della spesa pubblica, accelerare il processo di semplificazione delle imposte, liberalizzare settori strategici come quello del gas e dell’energia elettrica, dotare di strumenti flessibili il mercato del lavoro, migliorare il livello di produttività e competitività per non perdere il treno della ripresa europea. A cura di www.fondionline.it