A. Grech: petrolio, i fondamentali per ora contano poco

Inviato da Luca Fiore il Ven, 30/09/2011 - 20:20
Settimana con il segno più per le quotazioni del Wti, che con un rialzo superiore al punto percentuale ha chiuso l'ottava in quota 80,5 dollari il barile. "I fondamentali sono passati in secondo piano -rileva Anthony Grech nel consueto Commodities Update di IG Markets- gli operatori sono consapevoli che un inasprimento della crisi potrebbe estendersi al resto dell'economia globale".

"Se la domanda -continua Grech- dovesse continuare ad indebolirsi il petrolio potrebbe scendere ulteriormente, anche se per ora sembrerebbe essersi stabilizzato sopra il supporto a $ 79 al barile".

Quotazioni sostanzialmente stabili invece per l'argento, che ha chiuso l'ottava di poco sopra i 30 dollari l'oncia. "Nonostante si tratti di un metallo prezioso, l'argento, anche a causa del suo utilizzo industriale, si sta muovendo in scia dei metalli industriali", sottolinea l'analista Christopher Beauchamp secondo il quale "ci potrebbero essere altre cadute nelle prossime sedute poiché le prospettive di crescita a livello globale sono all'insegna della debolezza".
COMMENTA LA NOTIZIA