1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

A. Grech: il greggio potrebbe ritracciare i guadagni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Settimana di guadagni per il Wti. Il greggio dolce nel corso dell’ottava ha guadagnato circa due punti percentuali tornando sopra quota 90 dollari il barile in scia del ritorno della propensione al rischio sui mercati. “Anche se il trend dal mese di agosto è stato positivo -rileva Anthony Grech nel consueto Commodities Update di IG Markets- vale la pena di sottolineare che il greggio potrebbe incontrare qualche difficoltà a violare la media mobile a 200 giorni a 91,40 dollari al barile se le condizioni macro dovessero peggiorare”.

Ulteriori minacce arrivano dalla situazione greca, che al di là delle rassicurazioni arrivate dal duo Merkel-Sarkozy, è lontana dall’essere risolta, e dai dati fondamentali. Secondo l’agenzia Platts la crescita della domanda cinese dovrebbe rallentare ulteriormente nel terzo e quarto trimestre 2011 ed all’inizio della settimana indicazioni negative sono arrivate anche dall’AIE, che ha ridotto le stime per la domanda globale di petrolio.

Indicazioni decisamente interessanti anche dal prezzo del rame, che, sostenuto dalle notizie relative gli scioperi nelle miniere in Indonesia e Perù, quota di poco sotto gli 8.800 dollari la tonnellata. Il calo della produzione in alcune delle più grandi miniere del mondo ha spinto gli analisti a pronosticare un calo della produzione nel 2011. “La produzione è stata inoltre rallentata dalle condizioni meteo mentre i nuovi progetti destinati a far aumentare la produzione globale hanno subito ritardi”, sottolinea Jana Pristovsek, analista di IG Markets.