1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

A. Grech: i giudizi positivi dei broker riportano gli acquisti sul dollaro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il dollaro recupera terreno. Dopo esser stato indebolito dalle dichiarazioni di Dennis Lockhart, presidente della Federal Reserve di Atlanta, il biglietto verde approfitta dell’inizio delle contrattazioni a New York per riguadagnare posizioni. Secondo Lockhart anche nel 2011 per l’economia statunitense ci sarà da lottare. I nemici della prima economia saranno sempre gli stessi: l’incertezza che minaccia le scelte di imprese e consumatori e l’andamento del comparto immobiliare e del settore creditizio.

Nella seconda parte il biglietto verde ha approfittato dell’apertura di Wall Street e, come rileva Anthony Grech da IG Markets, dei commenti di Wells Fargo e Bank of Tokyo-Mitsubishi, secondo le quali il dollaro è destinato a guadagnare terreno grazie al miglioramento dei fondamentali economici. Secondo la prima, il dollaro nel 2011 salirà dell’11% nei confronti della divisa giapponese. In questo momento per acquistare un dollaro sono necessari 0,9764 franchi svizzeri, 83,330 yen ed il biglietto verde quota 1,2967 contro la moneta unica.

In calo dello 0,7% l’incrocio dollaro australiano/dollaro Usa a 0,9870, indebolito dalle alluvioni nel Queensland e dal calo del surplus commerciale a 1,93 miliardi di dollari aud. Le inondazioni secondo gli analisti sono destinate a ridurre l’offerta di carbone ed ad indebolire la crescita del PIL, soffocando la politica restrittiva della Reserve Bank of Australia.

Domani riflettori puntati sull’asta portoghese da 1,25 mld di euro. Nonostante gli acquisti di bond da parte della Banca centrale europea il rendimento dei titoli a 10 anni targati Lisbona ha superato il 7%.