Gran Bretagna: BoE, per rialzo dei tassi appuntamento alla seconda metà del 2015

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per assistere all’incremento del costo del denaro britannico bisognerà attendere almeno la seconda metà del 2015. È quanto emerge dalla pubblicazione dell’Inflation report, il resoconto elaborato a cadenza trimestrale dalla Bank of England. L’istituto guidato dal governatore Mark Carney ha fatto sapere di aver tagliato le stime su crescita economica e inflazione a causa del peggioramento delle prospettive in Eurolandia e resto del mondo e dell’andamento dei salari domestici.

Secondo l’istituto londinese il target di inflazione del 2% sarà raggiuto entro la fine del 2017. “Una ripresa della dinamica salariale dovrebbe spingere l’indice dei prezzi al consumo verso il target del 2% entro la fine del periodo”. L’indice dei prezzi al consumo, all’1,2% a settembre, è visto in calo all’1% entro il primo trimestre. La crescita d’Oltremanica è stimata al 3,5% nel 2014 ma nel biennio 2015-16 è destinata a rallentare al 2,9 e al 2,6 per cento (dal 3,1 e dal 2,8%).

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Stati Uniti: crescita economica ai minimi da tre anni nel Q1

Nel primo trimestre la crescita statunitense si è attestata allo 0,7%, in calo rispetto al 2,1% degli ultimi tre mesi del 2016. Si tratta del dato minore degli ultimi tre anni. Gli analisti avevano stimato un +1,3%.

MACRO

Istat: industria, a marzo prezzi alla produzione a +3,1% a/a

L’Istat comunica che a marzo l’indice dei prezzi alla produzione dell’industria rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta del 3,1% nei confronti di marzo 2016. I prezzi alla produzione dell’industria, sul mercato interno, diminuiscono de…

Inflazione: Istat, ad aprile accelerazione a +1,8% annuo

Ad aprile, stando alla stima preliminare diffusa dall’Istat, l’inflazione in Italia aumenta dello 0,3% su base mensile e dell’1,8% annuo. La variazione tendenziale evidenzia un’accelerazione rispetto al +1,4% di marzo, derivante soprattutto dalla cr…