1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Governo pronto a tagliare i costi delle ricariche dei cellulari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Domani o dopodomani il governo dovrebbe annunciare l’abolizione del costo sulle ricariche dei cellulari. Lo scrive Il Sole 24 Ore, anticipando il via libera ad un’operazione che vale 1,7 miliardi di euro. Questa è infatti la cifra che ogni anno gli operatori di telefonia mobile, Tim, Vodafone, Wind e Tre, trattengono ai clienti che effettuano ricariche per il credito dei loro telefonini. Si tratta di una peculiarità tutta italiana, che frutta il 12% dei ricavi da servizi dei quattro gestori e che, secondo un’indagine promossa a novembre da Agcom e Antitrust, è solo in minima parte giustificata dai costi. Ben 945 milioni di euro sugli 1,7 miliardi complessivi sono puro margine che finisce nelle casse degli operatori. Dallo studio compiuto dalle due Autorità, emerge in particolare il peso eccessivo che i costi di ricarica hanno soprattutto sulle fasce sociali più deboli. L’entità del contributo è infatti inversamente proporzionale al valore del traffico acquistato, gravando di più su coloro che spendono meno per ogni ricarica. L’incidenza media sul prezzo al minuto, emerge infine dall’indagine, è del 24%, ma per i tagli minori può salire fino quasi al 50%.