1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Governo M5S-Lega, Goldman Sachs su spread: rischi sistemici se supererà questo livello

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel report giornaliero “Global Markets Daily”, gli analisti di Goldman Sachs fanno il punto della situazione riguardo al trend dello spread BTP-Bund, affrontando anche il pericolo di un rischio contagio.

“Nel caso in cui lo spread si posizionasse in modo convincente sopra quota 200, allora i rischi sistemici sugli asset dell’Unione monetaria europea e anche al di là di essa, probabilmente, aumenterebbero. Il rischio sovrano dell’Italia è rimasto confinato a livello locale, per ora”.

“Tecnicamente, saremmo neutrali sui BTP a 10 anni con uno spread in area 175-200. Se la retorica anti-euro verrà smorzata e il dicastero dell’Economia sarà assegnato a una personalità dotata di un background rilevante e di un atteggiamento moderato – e questo è il nostro scenario di base – lo spread potrebbe tornare nel range compreso tra 150-160 punti base, con le posizioni short che verrebbero chiuse. Ma se, invece, il profilo del governo (M5S-Lega) e le dichiarazioni dei membri dell’esecutivo continuassero ad andare nella direzione di un rapporto conflittuale tra l’Italia e la sua adesione all’euro, allora potremmo vedere lo spread BTP-Bund salire fino a 250 punti base, a fronte di tassi decennali verso il 3%. Considerando la probabilità di questi due scenari, al momento scegliamo di essere neutrali”.