Governo: DEF, riforme avranno effetto cumulato sulla crescita del 2,4% nel 2012-2020

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 18/04/2012 - 14:35
Il Documento di Economia e Finanza (DEF) 2012, approvato dal Consiglio dei Ministri, spiega che le misure di liberalizzazione e semplificazione produrranno un effetto cumulato sulla crescita del 2,4% tra il 2012 e il 2020, con un impatto medio annuo dello 0,3% del Pil. Oltre al DEF, il CdM ha inoltre approvato il Programma Nazionale di Riforme (PNR), il Programma di Stabilità (PdS) e il Documento di analisi e tendenze della finanza pubblica. Nel PNR, si legge nel comunicato di Palazzo Chigi, "resta essenziale la prosecuzione del risanamento dei conti pubblici, in particolare attraverso la spending review e il rafforzamento della lotta all'evasione fiscale". Il Governo attribuisce particolare importanza alla promozione della crescita, "senza la quale ogni strategia di consolidamento finirebbe per annullare i suoi stessi effetti".
COMMENTA LA NOTIZIA