Google: trimestrali sopra le attese, boom pubblicità online. Titolo vola nell'after hours

Inviato da Daniela La Cava il Ven, 14/10/2011 - 09:05
Quotazione: GOOGLE INC

Nuovo trimestre in forte crescita per Google, che non delude il mercato. Dopo l'avvio zoppicante di Alcoa e i profitti in calo di JP Morgan, il colosso dei motori di ricerca presenta risultati superiori alle attese sia sul fronte dei profitti sia su quello dei ricavi. Non solo, nonostante lo scenario economico attuale forte crescita della pubblicità nel web. Indicazioni che hanno messo subito di buon umore il titolo che nell'after hours è volato, registrando un balzo superiore al 6 percento. "E' stato un grande trimestre". Questo il commento di Larry Page, amministratore delegato di Google, ai risultati finanziari diffusi in serata.

Ieri sera, a mercati chiusi, Google ha alzato il velo sui conti del terzo trimestre, archiviato con un giro d'affari (al netto dei costi di acquisizione traffico) in crescita a quota 7,51 miliardi di dollari e sopra il consenso fermo a 7,23 miliardi. Il big tecnologico di Mountain View ha visto i profitti balzare del 26% a 2,73 miliardi rispetto ai 2,17 miliardi dello stesso periodo dell'anno passato.  Escluse le poste straordinarie, l'utile per azione (Eps) ha raggiunto quota 9,72 dollari, battendo le attese del mercato pari a  8,76 dollari.

Ma il terzo trimestre è stato contrassegnato da una forte crescita della pubblicità online. La lenta ripresa dell'economia Usa e la crisi del debito in Europa non stanno al momento impattando sull'advertising del re dei motori di ricerca. I numeri parlano chiaro: i click a pagamento hanno registrato una crescita di circa il 28% rispetto al terzo trimestre 2010 e un +13% circa rispetto al quater precedente, mentre il costo medio per click è aumentato del 5%. Anche i costi di acquisizione del traffico sono stati positivi, attestandosi a 2,21 miliardi dai 1,81 miliardi di un anno fa.

Google è stata la prima tra big tecnologici Usa ad annunciare i conti. Cresce l'attesa per i numeri trimestrali di Apple, i primi dopo la scomparsa del fondatore Steve Jobs, che verranno diffusi martedì 18 ottobre a mercati chiusi. Sempre martedì anche Intel alzerà il velo sui risultati del trimestre. Chiude Microsoft che presenterà la trimestrale giovedì20 ottobre.

COMMENTA LA NOTIZIA