1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Mondo ›› 

Google stupisce ancora, gli utili trimestrali superano il miliardo di dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La crescita di Google non accenna a smorzarsi. Nonostante il gruppo cui fa capo il più importante motore di ricerca al mondo possa essere ormai considerata un’impresa matura, da Mountain Wiev anche nel quarto trimestre sono arrivati risultati degni di un’impresa nelle prime fasi di espansione. Nel periodo gli utili sono quasi triplicati rispetto allo stesso trimestre del 2005, portandosi a 1,03 miliardi di dollari, pari a 3,18 dollari per azione al netto di voci straordinarie. Numeri nettamente al di sopra delle attese del mercato, che si aspettavano un eps di 2,92 dollari. Così come superiore alle stime è apparso il giro d’affari, cresciuto a complessivi 3,21 miliardi. Merito ancora una volta degli strabilianti risultati degli incassi pubblicitari. Al netto dei pagamenti che il motore di ricerca effettua ai suoi partner nell’advertising, le vendite hanno registrato un incremento del 70%, con un’impennata dell’attività sui mercati internazionali, le cui vendite sono arrivate a rappresentare circa il 44% del totale.


Contraddittoria la reazione del mercato alla pubblicazione dei conti trimestrali avvenuta a mercati chiusi. Le azioni Google, dopo aver guadagnato l’1,5% nella sessione regolare, hanno chiuso le contrattazioni in after hour con una flessione dell’1,3%. Il titolo tuttavia si mantiene sulla soglia dei 500 dollari, un valore pari a circa 6 volte il prezzo di quotazione nell’agosto 2004. Negli ultimi 12 mesi inoltre il titolo ha messo a segno un progresso del 18%, sovraperformando abbondantemente il +6% dell’indice Nasdaq Composite.

Da Google non sono venute indicazioni in merito al contributo ai risultati di YouTube (la televisione via internet acquisita in autunno), tuttavia i vertici aziendali hanno confermato l’intenzione di iniziare a corrispondere un pagamento agli utenti che immetteranno nuovi video sul sito. 


Sarebbe in continua crescita anche la quota di mercato di Google tra i motori di ricerca. Secondo i dati di comScore Networks, nel trimestre ben il 47% delle ricerche in internet effettuate dagli americani sarebbero passate dal motore ideato dalla coppia Brin-Page, contro il 30% di 12 mesi prima. Ancora più forte il predominio al di fuori degli Stati Uniti, dove la quota avrebbe raggiunto il 70%.