1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Google: oggi prende il via l’atteso evento I/O a San Francisco, cosa aspettarsi?

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Mancano poche ore all’atteso evento I/O di Google. L’appuntamento annuale del colosso di Mountain View con gli sviluppatori web prenderà il via oggi per concludersi venerdì 17 maggio a San Francisco, presso il Moscone Center. Al centro delle conferenze le ultime novità a cui non mancheranno app, pubblicità sul web e Android ma c’è anche chi prevede il lancio dello smartphone sviluppato con Motorola.
Ma cosa aspettarsi esattamente da Google I/O 2013? “Questo è il primo evento dopo che Andy Rubi, l’ex vice presidente senior di Mobile Content e digitale di Google, ha lasciato e sarà dunque interessante sentire come posizioneranno Android e Chrome OS, nonché quali misure Google intende adottare per incoraggiare l’aggiornamento del sistema operativo per limitare la frammentazione dell’ecosistema – ha risposto Carolina Milanesi, research vice president di Gartner, società di ricerca specializzata nel settore tecnologico – Google Play e App avranno sicuramente anche loro un ruolo sul palco, in quanto entrambi sono business chiave per il gruppo”. L’esperta si aspetta aggiornamenti anche su Google Glass, gli occhiali-computer di Google che hanno attirato di recente molta attenzione. E chissà che qualche novità non arrivi anche dal mobile, con il telefonino che il colosso di Internet sta sviluppando con Motorola. 
YouTube, il business vincente
Di sicuro sarà un evento intenso anche perché ormai l’universo Google non è più solo ricerca su Internet. Tra i suoi business di maggiore successo c’è senza dubbio YouTube. E proprio a questa piattaforma verrà dedicato un apposito spazio alla manifestazione, da cui sono attesi dettagli soprattutto dal punto di vista industriale ossia il suo sviluppo e la generazione di ricavi per il gruppo. Secondo gli analisti di Morgan Stanley, YouTube genererà nel 2013 un fatturato a livello globale di circa 4 miliardi di dollari che diventeranno 20 miliardi entro il 2020. Insomma, una vera e propria “gallina dalle uova d’oro”: “Secondo i nostri calcoli – ha specificato Morgan Stanley nel report di oggi – Google ha già generato un ritorno di 10 volte superiore all’investimento fatto nel 2007”.