1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Google lancia Apps Premier e sfida Microsoft

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Google ha presentato oggi in tutto il mondo Google Apps Premier, la nuova versione dei servizi web per la comunicazione e la collaborazione rivolti alle imprese, con la quale l’azienda di Mountain View lancia il guanto di sfida definitivo al leader degli applicativi business Microsoft. Lanciata come servizio gratuito in versione Beta nell’agosto 2006, Google Apps, è una suite di applicazioni per la creazione e la condivisione di documenti e di fogli di lavoro, che comprende anche il servizio di webmail Gmail, l’applicazione per la gestione condivisa delle agende Google Calendar, il servizio Google Talk per l’instant messaging e la telefonia voice-over-IP, la funzionalità Start Page per la creazione di una home page web personalizzata.


Per fare un esempio di quanto si potrà fare con la nuova suite, offerta al costo di 40 euro per utente all’anno, basti pensare alla possibilità di gestire il proprio lavoro senza bisogno di avere sempre il proprio computer con sé (tutto, dal software ai file, è infatti in rete), e alle sue possibili applicazioni nel caso di lavoro in team. Tutte le persone di un gruppo possono lavorare insieme e contemporaneamente su documenti e fogli elettronici senza necessità di spedire via email le diverse versioni modificate, con la possibilità di scegliere le persone con cui condividere un file e di vedere in ogni momento chi ha modificato cosa. Ogni utente avrà poi a disposizione uno spazio di archiviazione mail di 10 Gigabyte (circa 100 volte la capacità di archiviazione media delle tipiche mailbox aziendali) e potrà condividere 100 fogli di lavoro e 1000 documenti.

Per utilizzare Google Apps non è necessario nessun software sui server e sui client aziendali, si accede alle applicazioni via browser web digitando una password, e tutto viene gestito dai server di Google. Una mossa decisa verso il mondo aziendale che oppone dunque Google a Microsoft, che da Office ricava circa 11,7 miliardi di dollari all’anno e che da sempre osteggia le soluzioni cosiddette Net-based a difesa dei suoi Word, Excel e Outlook. Esplicite le parole pronunciate durante la presentazione da Dave Girouard, general manager delle divisione Enterprise di Google: “Con Google Apps le aziende hanno a portata di mano tecnologia innovativa a una frazione del costo delle soluzioni tradizionali che richiedono installazione in locale”.


Google si impegna a garantire il 99,9% di disponibilità ininterrotta del servizio e un supporto attivo 24 ore al giorno 7 giorni su 7. Per l’utenza aziendale inoltre gli annunci pubblicitari sono disattivati e solo opzionali, così come lo sono nella versione Education di Google Apps, destinata agli studenti universitari, che continuerà a essere offerta gratuitamente come Google Apps Standard.


Sono già circa 100mila le piccole aziende che nel mondo utilizzano i servizi di Google Apps. In Italia le prime realtà ad aver avviato la sperimentazione di Google Apps Premier sono state Mondatori (area Digital Publishing, Divisione Periodici) e Regione Veneto.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Germania: bid-to-cover stabile nell’asta di Schatz a due anni

L’agenzia tedesca per la gestione del debito ha collocato 3,965 miliardi di Schatz a due anni. Il rendimento medio si è attestato al -0,65 per cento, dal -0,69 dell’asta di fine aprile, mentre il tasso di copertura si è confermato a 1,2 volte.

Grecia: Borsa Atene debole dopo mancato accordo su debito

Borsa di Atene debole dopo il mancato accordo tra i creditori internazionali sulla riduzione del debito greco, con la decisione di posticipare la decisione alla riunione di metà giugno. Sulla piazza finanziaria ellenica prevalgono le vendite: l’indic…