1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Google ai ferri corti con Bmw per lo spamming sul web

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il sito tedesco di Bmw, società produttrice di automobili, è stato rimosso dai risultati delle ricerche di Google nell’ambito delle misure repressive prese dal gruppo attivo sul web e tese ad evitare le manipolazioni del proprio motore di ricerca. Google ha confermato proprio ieri che il dominio Bmw.de è stato rimosso da tutti i risultati ottenuti con il motore di ricerca. Non sono giunti commenti sulle cause specifiche del provvedimento, ma dal colosso statunitense è trapelato che non sono tollerati i tentativi dei siti internet di manipolare i risultati delle ricerche perché l’obiettivo di Google è proprio quello di fornire agli utenti risultati rilevanti e imparziali.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Germania: bid-to-cover stabile nell’asta di Schatz a due anni

L’agenzia tedesca per la gestione del debito ha collocato 3,965 miliardi di Schatz a due anni. Il rendimento medio si è attestato al -0,65 per cento, dal -0,69 dell’asta di fine aprile, mentre il tasso di copertura si è confermato a 1,2 volte.

Grecia: Borsa Atene debole dopo mancato accordo su debito

Borsa di Atene debole dopo il mancato accordo tra i creditori internazionali sulla riduzione del debito greco, con la decisione di posticipare la decisione alla riunione di metà giugno. Sulla piazza finanziaria ellenica prevalgono le vendite: l’indic…