Goldman Sachs taglia stime di crescita della Cina per 2014 e 2015

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In arrivo un taglio di stime sulla capacità di crescita della Cina. E non da un borker qualunque; ma da quella che probabilmente rimane la più importante e riconosciuta banca d’affari a livello internazionale. Stiamo parlando proprio di Goldman Sachs che ha rivisto le proprie aspettative di crescita del pil cinese dal 7,6% al 7,3% per il 2014. Alla base della decisione le dinamiche relative ai consumi che hanno recentemente disatteso le stime degli analisti. Per il 2015 Goldman si attende una crescita del Pil pari al 7,6%, rispetto al +7,8% delle precedenti stime. L’inflazione è vista al 2,6% nel 2014 (3% la stima precedente): confermata invece la previsione di inflazione al 3% nel 2015.