1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Goldman Sachs taglia la stima a 6-12 mesi sull’eurodollaro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Goldman Sachs taglia la view sull’eurodollaro. Il colosso statunitense ha annunciato di aver ridotto la stima a 3-6-12 mesi sull’incrocio tra la moneta unica e il biglietto verde portandola da 1,38-1,40-1,40 a 1,38-1,34-1,3. Più che dalla possibilità che la banca centrale europea metta in campo un piano di allentamento quantitativo, ipotesi emersa dall’ultima conferenza stampa del chairman Draghi, Goldman ritiene che il cross sarà spinto al ribasso dalla forza dell’economia statunitense.

“Distinguiamo nettamente tra breve e medio termine”, si legge nel report. Nel breve, “non riteniamo che la conferenza stampa della scorsa settimana possa portare a un intervento immediato, rappresenta più un impegno a un maggior allentamento se dall’inflazione dovessero arrivare nuove indicazioni deludenti”.

Nel medio termine, che per Goldman è rappresentato da metà 2014, “un maggior allentamento è possibile” ma “non crediamo che la banca centrale europea abbia fretta” mentre dall’altro lato i dati statunitensi dovrebbero registrare un progresso “convincente”.

“La conferma della view a tre mesi è riconducibile al fatto che i dati statunitensi non hanno ancora registrato un miglioramento marcato e quindi il rialzo dei tassi a breve che ci attendiamo non si è ancora materializzato”.