Goldman Sachs neppure sfiorata dalla tempesta subprime, 2007 da record

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Goldman Sachs ha nettamente battuto le attese di mercato anche nel quarto trimestre fiscale del 2007, così come già aveva fatto nel terzo trimestre, confermandosi quindi la banca d’affari americana meno colpita dal turbine subprime e dalla successiva crisi del credito. Basti pensare che a livello di intero 2007 l’utile per azione di Goldman Sachs ha addirittura raggiunto il livello massimo di sempre a 24,73 dollari.


 

Nel trimestre fiscale concluso a fine novembre i ricavi sono ammontati a 10,74 miliardi contro i 9,4 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno, mentre l’utile netto è ammontato a 3,22 miliardi di dollari. I profitti per azione sono ammontati a 7,01 contro i 6,61 dollari attesi dal consensus e i 6,59 dollari del quarto trimestre 2006.


 


Quello di Goldman Sachs è però un caso a parte tra le grandi banche di Wall Street. Nel corso del 2007 la casa d’affari è infatti riuscita a ottenere risultati di tutto rispetto proprio in quelle aree in cui i concorrenti hanno riscontrato maggiori problemi. E’ il caso del’investment banking, dove i ricavi sono cresciuti del 34%, portandosi a un nuovo record di 7,56 miliardi, o dell’area che si occupa di reddito fisso, valute e commodity, che ha generato ricavi in crescita del 13% al nuovo record storico di 16,17 miliardi. Bene anche l’asset management che ha prodotto un giro d’affari di 4,49 miliardi, per asset in gestione pari a 868 miliardi di dollari, in crescita del 28%.


 


“Guardando avanti – ha detto il ceo Lloyd Blankfein – continuiamo a vedere significative opportunità di crescita nell’economia globale”. La banca ha aggiunto di aver prodotto risultati record in America, Europa e Asia, con metà dell’utile pre-tasse prodotto al di fuori degli Stati Uniti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
TRIMESTRALI USA

Mattel: numeri trimestrali peggiori del previsto, -6,6% nel pre-mercato

Tonfo nel pre-mercato di Wall Street per il titolo Mattel, in rosso del 6,58%. Il colosso californiano produttore di giocattoli ha terminato gli ultimi tre mesi con un rosso per azione di 32 centesimi, contro i -17 stimati dagli analisti.

In calo …

TRIMESTRALI USA

General Electric: utile e fatturato sopra le stime nel Q1

+0,2% nel pre-mercato di Wall Street per il titolo General Electric dopo la presentazione dei conti trimestrali. Il conglomerato ha terminato il primo trimestre con un utile di 619 milioni di dollari, contro i -61 milioni di anno fa.

Al netto del…

TRIMESTRALI EUROPA

Philips Lighting: i conti trimestrali sostengono il titolo

Segno più ad Amsterdam per il titolo Philips Lighting che grazie a un +3,33% si porta a 27,9 euro. La società nata lo scorso anno dallo spin-off da Philips ha annunciato di aver chiuso l’ultimo trimestre con un Ebita “adjusted” in aumento del 17% a …

TRIMESTRALI USA

Visa: -75% per gli utili trimestrali, +2,1% nel pre-mercato

+2,1% nel pre-mercato di Wall Street per il titolo Visa nonostante un calo degli utili del 75% negli ultimi tre mesi. Nel secondo trimestre fiscale, il colosso delle carte di credito ha guadagnato 430 milioni di dollari, contro gli 1,71 miliardi di 1…