Gm, Wagoner oggi impegnato con la prova dei conti

Inviato da Redazione il Mar, 19/04/2005 - 08:57
Per la General Motors è il giorno del giudizio. Dopo la fuga dalla Fiat, il profit warning di marzo e la brusca flessione delle vendite, nei conti e nelle quotazioni azionarie, il presidente dell'azienda-simbolo dell'auto americana, Rick Wagoner, presenterà oggi i dati trimestrali, confermando la peggiore perdita dell'ultimo decennio. Il rischio? Che le agenzie di rating declassino i bond Gm, portandoli a livello junk ossia spazzatura e dando così un altro colpo al prestigio e alle prospettive del colosso di Detroit. Il giudice più temuto da Wagoner e dai suoi collaboratori è Mark Oline, 44 anni, analista della Ficth Ratings, la terza agenzia di settore dopo Moody's e Standard&Poor's. Oline è arrivato alla Ficth da sole undici settimane con una fama che fa tremare la Gm: fu lui, infatti, ad assegnare per primo all'At&t nel 1999 l'infamante marchio delle junk bonds, spingendo le altre agenzie a fare altrettanto e contribuendo alla rapida scomparsa del gigante delle tlc.
COMMENTA LA NOTIZIA