Gm cerca l’intesa con i sindacati europei

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le ultime negoziazioni prenderanno il via proprio oggi tra i sindacati europei e General Motors, nel tentativo di fermare il taglio di 1.000 posti di lavoro da parte del produttore di automobili nella fabbrica di Merseyside, nell’Inghilterra del nord. Le trattative seguono l’appello che ha avuto successo e che era stato rivolto giovedì dai sindacati britannici, belgi e tedeschi, affinché il colosso statunitense ritardasse il taglio di alcuni posti di lavoro nello stabilimento di Ellesmere Port, in modo da dare il tempo di trovare una soluzione che permettesse di dividere i costi tra tutti gli attori in gioco.