1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Gli Usa riscoprono la crescita negativa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Gli Stati Uniti hanno già conosciuto un trimestre di crescita negativa, ma i dati ufficiali lo hanno chiarito solo oggi. Nel quarto trimestre del 2007 infatti il Pil Usa ha segnato una flessione dello 0,2% contro il +0,6% originariamente registrato. E’ questo il frutto amaro di una revisione operata dal Dipartimento del Commercio. Non una vera recessione insomma (perchè si abbia occorrono almeno  due trimestri negativi consecutivi), ma almeno un campanello d’allarme, un’allerta che riporta le lancette dell’economia americana al terzo trimestre del 2001, l’ultima volta in cui si era registrata una contrazione della crescita.

 

Il dato è stato comunicato congiuntamente  alla prima lettura del Pil del secondo trimestre, che si è invece rivelata solo leggermente al di sotto delle attese (+1,9% contro +2,1%), e ha immediatamente avuto l’effetto di deprimere gli indici azionari europei.

Sulla reazione degli operatori ha pesato anche un altro dato diffuso alle 14.30, quello sulle nuove richieste di sussidi alla disoccupazione, che per la seconda settimana consecutiva hanno superato la soglia delle 400mila unità. Circostanza negativa la cui valenza è acuita dall’approssimarsi della presentazione dei dati sull’andamento dell’occupazione, che saranno diffusi domani. Nell’ultima settimana di rilevamento le richieste di sussidi sono ammontate a 448mila unità da 404mila.