1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Gli stress-test europei spingono Wall Street, l’S&P 500 rivede quota 1.100

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura di ottava ai massimi di seduta per Wall Street, con il Dow che ha terminato in rialzo di 1 punto percentuale (+0,99%) a 10.424,62 punti, +0,82% dello S&P che riconquista i 1.100 punti (1.102,66) e +1,05% del Nasdaq a 2.269,47. La pubblicazione dei risultati degli stress-test effettuati sugli istituti di credito europei ha portato ottimismo anche a Wall Street, fino a quel momento piatta. A livello di singoli titoli, risultati trimestrali sempre in primo piano. Dopo i numeri migliori delle attese di Microsoft (-0,12%), che nel quarto trimestre dell’esercizio fiscale ha registrato un utile netto di 4,52 miliardi di dollari (+48% annuo), indicazioni decisamente positive sono arrivate da Ford Motor (+5,21%) che ha battuto le attese in termini di utili e ricavi. I profitti del secondo trimestre sono saliti del 13% a 2,6 miliardi di dollari (eps 68 contro i 48 centesimi del consenso) e +15% per il giro d’affari a 31,3 miliardi. Positivo anche il +8% registrato dalle vendite di Honeywell (+1,97%), e denaro anche su Verizon, che si porta a casa il 3,78%, ed American Express, in rialzo del 3,7%. Trimestrali negative invece per Amazon.com (-1%) e Sandisk (-3,87%). +3,29% infine per General Electric, che ha rivisto al rialzo il dividendo del 20% a 0,12 dollari.