Gli Stati Uniti bruciano meno posti di lavoro delle attese, Borse in deciso rialzo

Inviato da Redazione il Ven, 03/09/2010 - 14:53

Gli Stati Uniti continuano a bruciare posti di lavoro, ma a ritmo inferiore di quello pronosticato dagli analisti. Nel mese di agosto, infatti, sono andati in fumo 54 mila posti di lavoro nel settore non agricolo con il consensus che indicava una perdita di 105 mila unità. Nettamente migliorata la stima di luglio: il saldo negativo è passato a -54 mila da -131 mila. In linea con le attese, invece, il tasso di disoccupazione che è salito al 9,6% dal 9,5% dello scorso mese.

Il dato americano, importante test per comprendere meglio lo stato di salute dell'economia a stelle e strisce, ha subito galvanizzato le piazze finanziarie del Vecchio Continente. Le Borse europee hanno abbandonato il clima di cautela di questa mattina e viaggiano adesso in deciso rialzo: Parigi guadagna l'1,88% a 3.699 punti, Francoforte l'1,40% a quota 6.169, Londra lo 0,97% a 5.423 punti, Madrid lo 0,96% a quota 10.640. A Piazza Affari forte accelerazione rialzista del Ftse Mib che mostra un progresso dell'1,64% a 20.748 punti, mentre il Ftse All Share avanza dell'1,51% a quota 21.285.

COMMENTA LA NOTIZIA