1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Gli spot italiani sotto la scure dell’Ue, Euromobiliare conferma hold su Mediaset

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La pubblicità trasmessa dalla televisione italiana finisce nel mirino di Bruxelles. Secondo quanto si apprende dalle pagine del quotidiano La Repubblica la commissaria Ue ai Media, Vivianne Reding avrebbe già preparato una lettera per il Governo italiano nella quale mette in guardia circa la possibilità di aprire una procedura di infrazione contro il Belpaese. L’Unione europea, in particolare, punta il dito contro le regole sugli spote, e, in particolare, sul fatto che le sanzioni per chi sfora gli affollamenti sarebbero troppo basse. “Riteniamo – spiegano gli analisti Euromobiliare in una nota raccolta da Finanza.com – possa trattarsi di un’ulteriore carta che sarà giocata dal Governo per modificare le norme sugli affollamenti pubblicitari esistenti”. Secondo il parere degli esperti della sim milanese, l’Ue sta valutando anche una nuova direttiva con affollamenti più elevati fino a 20 minuti, inserendo il product placement (pubblicità di prodotti nelle trasmissioni). Intanto, Euromobiliare conferma la raccomandazione “hold” su Mediaset, con un target price a 7,9 euro per azione.