Gli energetici spingono l'S&P500 ai massimi dal luglio 2001

Inviato da Redazione il Lun, 25/07/2005 - 17:31
L'indice S&P500 si attesta attualmente a 1236 punti (+0,24%) dopo avere toccato solo pochi minuti fa i livelli massimi dal luglio 2001 a 1238 punti. Particolarmente positivo l'apporto del settore energetico che, nonostante una giornata di debolezza delle quotazioni petrolifere, risente positivamente della prospettiva di un aumento della domanda di greggio dalla Cina, di uno studio di Lehman Brothers secondo cui i prezzi dell'oro nero si manterrano sopra i 50 dollari anche per i prossimi anni e delle positive prospettive rinvenibili dalle trimestrali di due grandi attori nella fornitura di servizi all'estrazione come Halliburton e Schlumberger. Nel corso della settimana saranno presentati i conti di periodo di alcuni colossi come Chevron, ConocoPhillips ed Exxon.
COMMENTA LA NOTIZIA