1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Gli artifici italiani nella tassazione dei fondi pensione (Fondionline.it)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Un breve confronto tra la linearità del sistema anglosassone e gli artifici di quello italiano. Al sistema italiano dei fondi pensione, dopo alcune incertezze iniziali, è stata applicata una politica fiscale basato su tre punti: esenzione dei contributi, tassazione dei rendimenti finanziari, tassazione agevolata delle prestazioni. Il modello fiscale prevalente all’estero è invece modellato su: esenzione dei contributi, esenzione dei rendimenti, tassazione della pensione. Partendo dal presupposto che la fiscalità italiana presenta un elevato livello di volubilità (stretta tra continue modifiche ed ipotesi di riforma), è possibile individuare alcuni aspetti cruciali che riguardano le tre fasi della contribuzione, accumulazione e prestazione pensionistica. Il contributo a carico del lavoratore è deducibile dal reddito Irpef fino ad un ammontare massimo di 5.164,57 euro. Il contributo a carico del datore di lavoro non entra nel reddito del lavoratore. Il contributo da Tfr non è soggetto a tassazione. Sono deducibili anche i contributi volontari per sé e per i familiari a carico. Tra le ipotesi di riforma vi è la reintroduzione di un massimale in percentuale del reddito (12%) per evitare di offrire un premio all’evasione fiscale anche in ambito previdenziale. (Segue)