1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Giu’ Mediolanum, resistono Ras e Alleanza

QUOTAZIONI Allianz
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sul listino delle blue chip italiane i ribassi più decisi sono stati quelli dei due titoli finanziari Mediolanum e Bpu. Poco mossa Banca Fideuram, che non è stata in grado di recuperare posizioni dopo il secco tonfo della vigilia imputabile alla dipartita di Ugo Ruffolo. Rosso intenso anche per Banca Intesa e Mediobanca. La lettera ha poi penalizzato Mediaset ed Edison. In calo Tim, con il titolo sotto i riflettori sia per il “sell” giunto da Citigroup sia per l’atteggiamento, esattamente opposto rispetto a quello raccomandato dalla banca d’affari, del consigliere di amministrazione di Telecom Italia, Gilberto Benetton, che ha acquistato 525mila titoli del gestore di telefonia mobile il 10 settembre, pagando 4,4452 euro per azione. Le prese di profitto si sono fatte sentire su ST Microelectronics, che comunque è riuscita a contenere le perdite, con una flessione inferiore al punto percentuale. Tra i pochi titoli del Mib30 che hanno archiviato il martedì di Piazza Affari con segno positivo si sono messi in evidenza i due assicurativi Alleanza e Ras. Nel Midex, Alitalia ha volato alta nel cielo, meritandosi, a pochi minuti dalla chiusura, una sospensione per eccesso di rialzo. Il mercato sembra avere scommesso su una conclusione positiva dei colloqui tra i rappresentanti delle parti sociali e la società sulla definizione di stipendi e carichi di lavoro. Infine, tra le storie del giorno c’è senza dubbio stata quella di Sirti. Sistemi tecnologici holding (Sth), società partecipata dai fondi Clessidra e Investindustrial, ha infatti acquisito da Wiretel2 il 69,5% di Sirti al prezzo di 1,91 euro per azione, per un controvalore di 294,7 milioni. Ciò fa scattare l’obbligo di Opa, che dovrebbe avere luogo all’inizio del 2005. A Piazza Affari il titolo, dopo essere stato anche sospeso dalle negoziazioni in mattinata in attesa di una nota, ha ceduto l’1,89% a 1,815 euro con volumi molto intensi (2,2 milioni di pezzi circa passati di mano).