1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Giu’ la galassia Olimpia, denaro su Bnl

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

All’interno del paniere delle 40 blue chip nostrane le flessioni più nette sono state quelle di Telecom Italia (-1,98%), Tim (-2,02%) e Pirelli (-2,39%), tutti titoli che fanno capo all’imprenditore Marco Tronchetti Provera. A pesare è stato un report pubblicato da Lehman Brothers dove è stata reiterata la raccomandazione “underweight” sulle azioni Telecom Italia ordinarie. Gli analisti della banca d’affari hanno tuttavia tagliato il target da 3,25 a 2,90 euro. Se proprio si sceglie di investire nel gruppo italiano della telefonia, per Lehman Brothers è meglio puntare sulle Telecom risparmio, bollate con rating “equal-weight”. Il target è invece stato diminuito da 2,76 a 2,48 euro. Rivisti al ribasso del 5% anche gli utili per azione (Eps) calcolati per Telecom Italia nel 2006. Deboli le azioni del risparmio gestito, Fideuram e Mediolanum, così come FastWeb, Lottomatica e Unicredito Italiano, che si è fermata a tirare il fiato dopo la corsa che ha seguito l’annuncio dell’integrazione con Hvb. Bnl ha invece messo a segno la migliore performance dell’S&P/Mib, con un balzo di circa il 3%. Dalle sale operative è rimbalzata la voce che sarebbe imminente un rilancio da parte di Unipol attraverso un’Opa a un prezzo superiore di quello precedentemente pronosticato dal mercato. Bene anche i petroliferi Eni e Saipem, che hanno beneficiato del nuovo rush delle quotazioni del greggio. Il denaro ha poi spinto in avanti Mondadori, Bpu e Mediobanca, mentre si mormora che a scalare l’istituto di Piazzetta Cuccia siano i tre immobiliaristi Stefano Ricucci, Danilo Coppola e Giuseppe Statuto.