1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Giappone: Shirakawa lascia la BoJ in anticipo, dollaroyen ai massimi dal maggio 2010

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Massimi dal maggio 2010 per il cambio dollaroyen, salito oggi in quota 93,503. Il cross è spinto al rialzo dalla notizia che il n.1 della Bank of Japan, Masaaki Shirakawa, lascerà il suo incarico il 19 marzo, tre settimane prima rispetto al previsto.

La notizia sta spingendo al ribasso la divisa del Sol Levante poiché il cambio alla guida della BoJ fornirà un’accelerazione al processo ultra-espansivo dell’esecutivo guidato da Abe.

“Non ci sono state pressioni da parte dell’esecutivo -ha ribadito ai cronisti Shirakawa- si tratta di una decisione che ho preso io”.

Tra i papabili alla successione troviamo il presidente dell’Asian Development Bank, Haruhiko Kuroda, e gli ex vice governatori Kazumasa Iwata e Thoshiro Muto. Al di là di chi sarà il prescelto, la sensazione è che la futura politica monetaria della BoJ sia già stata decisa.

Commenti dei Lettori
News Correlate
ASTA BOND

Italia: Tesoro, mercoledì in asta Bot per 6,75 miliardi

Nell’asta in calendario il prossimo 28 giugno saranno collocati Buoni ordinari del tesoro con scadenza semestrale per 6,75 miliardi. Il 30 giugno scadranno Bot a sei mesi per 6,5 miliardi.

MERCATI

Segno meno per i listini europei

Chiusura all’insegna della prudenza per le borse europee, alle prese con la debolezza del comparto energetico e con indicazioni macro contrastanti arrivate dalla Germania. Il Ftse100 ha terminato l’ultima seduta della settimana con un calo dello 0,2%…

Strategie di investimento

I gestori preferiscono l’azionario europeo a Wall Street. Il report di Bank of America

Massimi dal maggio 2010 per il cambio dollaroyen, salito oggi in quota 93,503. Il cross è spinto al rialzo dalla notizia che il n.1 della Bank of Japan, Masaaki Shirakawa, lascerà il suo incarico il 19 marzo, tre settimane prima rispetto al previsto. La notizia sta spingendo al ribasso la divisa del Sol Levante poiché […]

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Italia: ancora indietro sui tempi di pagamento della Pa

L’Italia continua a portare la maglia nera nella classifica dei tempi effettivi di pagamento da parte della Pubblica amministrazione (Pa). Secondo l’ultimo rapporto di Intrum Iustitia, le imprese italiane pagano a 52 giorni contro 37 della media euro…