Giappone: Shirakawa lascia la BoJ in anticipo, dollaroyen ai massimi dal maggio 2010

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Massimi dal maggio 2010 per il cambio dollaroyen, salito oggi in quota 93,503. Il cross è spinto al rialzo dalla notizia che il n.1 della Bank of Japan, Masaaki Shirakawa, lascerà il suo incarico il 19 marzo, tre settimane prima rispetto al previsto.

La notizia sta spingendo al ribasso la divisa del Sol Levante poiché il cambio alla guida della BoJ fornirà un’accelerazione al processo ultra-espansivo dell’esecutivo guidato da Abe.

“Non ci sono state pressioni da parte dell’esecutivo -ha ribadito ai cronisti Shirakawa- si tratta di una decisione che ho preso io”.

Tra i papabili alla successione troviamo il presidente dell’Asian Development Bank, Haruhiko Kuroda, e gli ex vice governatori Kazumasa Iwata e Thoshiro Muto. Al di là di chi sarà il prescelto, la sensazione è che la futura politica monetaria della BoJ sia già stata decisa.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…